DI LA TUA >  scrivi a info@comitatoanelloferroviariodolomiti.it e il tuo articolo verrà pubblicato sul nostro Blog

  • Il nostro Blog

    Il nostro Blog

    Commenti e impressioni, raccolte tra la gente sensibile ai nostri temi.
    Di anche tu la tua.

Biglietto unico per treno e corriera: a Belluno arriva "Unica Veneto"

Novità per i viaggiatori veneti: grazie ad una scheda delle dimensioni di una carta di credito sarà possibile viaggiare sui treni e, in provincia di Belluno, sugli autobus
13 febbraio 2017 “Corriere delle Alpi”

Cosa vuol dire "biglietto unico"? Che forse avremo la vera integrazione tra bus e treno? Ovvero non più corse di Dolomiti Bus parallele alla ferrovia? La vedo dura. Per quel che mi è capitato di vedere i bus paralleli alla ferrovia sono sempre abbastanza pieni mentre i treni soffrono un po'... Uno spreco anche visto che entrambi, come TPL, sono finanziati e siccome l'autobus gode di maggiore capillarità, in assenza di vera integrazione chi ci rimette è la ferrovia che tra l'altro è l'unica in grado di togliere traffico dalle strade... In un "sistema di trasporto" ben funzionante la ferrovia è l'"asse portante" e l'autobus il "distributore" capillare. Così vanno le cose; in Val Venosta ad esempio ma anche in altri posti dove l'operatore del TPL è uno solo e gestisce/integra senza doppioni vari tipi di trasporto (treno, bus, impianto a fune etc.) Per non citare sempre i soliti anche Ferrovie del Gargano ad esempio. Insomma vedo due possibilità: 1) Dolomiti Bus rinuncia alle corse parallele a si accorda con Trenitalia per integrare seriamente gli autobus locali con i treni (cosa difficile, direi impossibile visto che Dolomiti Bus dovrebbe rinunciare volontariamente a linee "redditizie") oppure Dolomiti Bus fa un salto di qualità e diventa anche operatore ferroviario gestendo anche treni locali (es la linea Feltre - Belluno - Calalzo, appunto la "metropolitana di superficie" bellunese magari aggiungendo nuove fermate in punti "strategici" e riaprendo le fermate "soppresse") lasciando a Trenitalia la gestione dei treni diretti extraprovinciali (Belluno Treviso, Belluno Padova, Belluno Venezia). Abbiamo una ferrovia sottoutilizzata e le strade parallele alla linea molto trafficate...qualcosa non funziona.

Stefano Dell’Osbel

logo anello ferroviario bianco


DI LA TUA >
 
scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e il tuo articolo verrà pubblicato sul nostro Blog


Rapporti con le Istituzioni

Sostienici, è gratis!

Diventa sostenitore del comitato gratuitamente, lasciaci i tuoi dati.

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido